Vi aspettiamo a Fiera S.Project - Hall 15 Stand A31 - A33 @ Salone del Mobile dal 7 al 12 Giugno
Paese

News -

Laminam veste le facciate esterne del Villaggio Olimpico di Pechino

20.000 mq di superfici ceramiche Laminam  Oxide Moro 3+ rivestono gli esterni del Villaggio dedicato agli atleti di tutto il mondo, creando un’ambientazione urbana ricercata.

Nato dal restyling di un’ex acciaieria nel cuore del quartiere industriale pechinese, il Villaggio Olimpico e Paraolimpico accoglierà gli atleti per l’intera durata dei Giochi Invernali. Il complesso architettonico è arricchito dalle maestose facciate rivestite con grandi lastre ceramiche che, spezzate nel ritmo da grandi vetrate, portano la firma del design Made in Italy di LAMINAM.

Il processo di costruzione, durato ben tre anni, sottende all’ambizioso proposito del Capo Architetto del progetto Bo Hongtao che, mosso dalla volontà di conservare il carattere industriale preesistente, ha scelto di esplorare soluzioni architettoniche innovative, rivisitando il sito originale in chiave contemporanea e soprattutto sostenibile.

 

La scelta delle superfici ceramiche Laminam si inserisce perfettamente nell’ottica della conservazione urbanistica e dell’innovazione tecnologica, dando centralità alla valutazione dell’impatto ambientale di ogni costruzione edilizia.

Non solo le lastre Laminam sono dotate di un’elevata resistenza alle sollecitazioni meccaniche, ai prodotti chimici e all’usura, ma esteticamente, rispondono perfettamente alla ricerca stilistica dell’architetto: nella tinta Moro della collezione Oxide, infatti, le superfici simulano gli effetti che i vari agenti atmosferici hanno sul ferro, esaltandone la matericità grazie alla luce solare che si riflette sulla superficie. In più, consentono un recupero architettonico armonioso in continuità con lo stile industrial e underground del sito originario.

 

“Il progetto del Villaggio Olimpico di Pechino poggia su tre grandi pilastri: continuità, innovazione e sostenibilità”, ha dichiarato Bo Hongtao “Nella ricerca dei materiali non ho avuto grandi dubbi sulla scelta. Se da un lato, infatti, l’acciaio rappresentava la soluzione estetica più coerente, dall’altro non potevo contare sulla sua affidabilità in termini di resistenza agli agenti atmosferici. Escluso il vetro per l’eccessiva pesantezza, ho trovato nelle lastre Laminam tutte le caratteristiche stilistiche e funzionali che cercavo, in primis la loro leggerezza e matericità. La particolare texture di Oxide, poi, dà vita a straordinari giochi di luce che finiscono per dare ulteriore risalto all’intero complesso”.

I dettagli del progetto sono visibili qui: Beijing Winter Olympics Plaza